Avviato a Marsala il Progetto FAMI 29 -“Iter”

(Cetty D’Angelo) È stato avviato lo scorso settembre nel Comune di  Marsala (TR) il Progetto Fami 29 “Iter” (a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2021-2027 FAMI- Obiettivo specifico 1 -Asilo), gestito dal Consorzio Umana Solidarietà s.c.s., con i partner Opera Prossima s.c.s., Liberi di Intrecciare s.c.s., CE.P.A.I.D. s.c.s. Onlus, il Comune di Petrosino. Il Progetto prevede il potenziamento del sistema di primissima accoglienza per minori stranieri non accompagnati con l’attivazione 50 posti collocati in due differenti strutture nel Comune di Marsala.

Si tratta di minori che non possiedono cittadinanza italiana o dell’Unione europea, che si trovano in territorio siciliano, privi di assistenza e di rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per lui legalmente responsabili.

Con il Progetto “Iter” verrà assicurato il recupero dei minori nei luoghi di sbarco o arrivo e il loro trasferimento presso strutture di accoglienza designate, presso cui saranno offerti tutti i servizi necessari a soddisfare i bisogni primari e materiali dei minori non accompagnati.

Presso le strutture predisposte dal Progetto, associati alla fase di accoglienza, sono previsti altri servizi aggiuntivi di specializzazione e supporto a favore dei minori immigrati, ovvero attività socio- educative, ludico- ricreative e di partecipazione e integrazione. Tali servizi puntano a favorire il processo di crescita e adattamento del minore non accompagnato nel nuovo contesto territoriale. Il Progetto, infatti, intende attivare nel territorio di intervento una rete di supporto che crei un contesto favorevole alla accoglienza dei migranti ed è orientato soprattutto all’integrazione del minore, che intraprenderà, fino alla sua presa in carico, un percorso di esplorazione della cultura del Paese ospitante.